Magari potessimo avere un telecomando e con un clik poter scegliere tutto ciò che c'è di buono e di bello tra cielo, terra e mare!... sarebbe tutto più facile e meno doloroso! Povera Noà messa alla prova da un Dio- presentatore che la pone di fronte alla costante scelta tra il Bene (Madre Natura) e il mare (Lucille). Malgrado il suo telecomando (la scelta), che sembra darle  forza e sicurezza, Noà si rende conto che la vita è davvero difficile e complicata, e che "dietro ogni farfalla c'è sempre un ragno predatore!". Ma, grazie a Dio-presentatore e al pescatore-saggezza, Noà capisce che in questo mondo perfettamente imperfetto, se si riesce ad essere se stessi e ad amare malgrado tutto, allora e solo allora si potrà dire di vivere veramente!